SOLOSS
SagomaCoverBlog10

facebook
twitter
instagram
Tasto DOWNFree
logoOff08VETTORIALE
13/12/2017, 15:45

#badwinners #zerogravity



BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-
BAD-WINNERS-030--//--Zero-Gravity--//-Thruxton-900-


 



Trust me, it’s not at all easy to turn around a tendentially long and heavy bike and try to take out a completely different iron in the distribution of weights and the delivery of the engine. When Triumph produced the Thruxton 900, however, managed to get rid of the odds so as to be able to enjoy even with a guide at low speed and fun on the mixed.


The secret was to drive it with maximum fluidity, because the frame, the suspensions and the tires were not born for sporty driving as we understand it today.
Bad Winners has embarked on a restyling way obtaining incredible results also on engine and chassis, working on this two-cylinder parallel 4-stroke engine, which remains on the original displacement of 865 cc, 4 valves per cylinder, air cooling but with a power of about 92 hp and two excellent CR35 Keihin carburettors.


The strength of this Special is certainly the lightness, which probably comes from carbon fiber wheels. So the feeling of sliding "on nothing" is wonderfully realistic and makes you feel the reactive motion in the movements and changes of direction with a racing character and at the same time with great innovation and value in appearance. Never the most appropriate name «Zero Gravity» ... absence of gravity.


The rear suspension is by Bitubo, the front fork from a Triumph Daytona 675; the brakes instead of Béringer. The controls are by Motone and the rest of electric accessories is Motogadget.


In the version that we present you has been used a fantastic electric blue on the only two paintable parts, tank and pigtail, which in our opinion gives it something really unique. The rest of the bike, including the very light circles, is total black, long and tapered.
#SS


We can certainly say that this ’classic’ model of  Triumph has been transformed by Bad Winners friends into a high-performance motorbike (they dare to call it ’racing’), because creating a clean and simple motorcycle is definitely not a game boys especially when the challenge is precisely to improve the bike, looking for the perfect geometry, and that balance almost unattainable between performance and style.
Valuable work from the French garage in Bagnolet, Paris. Bad Winners.


www.badwinners.com


Ita__


Fidatevi, non è cosaaffatto facile girare attorno ad una moto tendenzialmente lunga epesante e cercare di tirarne fuori un ferro completamente diverso nelladistribuzione dei pesi e nell’erogazione del motore.
Quando Triumph produssela Thruxton 900 riuscì comunque ad azzeccarne le quote tanto da poterfar godere anche con una guida a bassa velocità e divertente sul misto. Ilsegreto era guidarla con la massima fluidità, perché il telaio, lesospensioni e le gomme non nacquero per la guida sportiva come la intendiamooggi.


Bad Winners siè avventurata su un percorso di restyling ottenendo dei risultati incredibilianche su motore e ciclistica, lavorando su questo due cilindri in parallelo a 4 tempi, che resta sulla cilindrata originaria di 865 cc, 4 valvoleper cilindro, raffreddamento ad aria ma con una potenza di 92 CV circa e due ottimi carburatori CR35 Keihin.


Il punto di forza di questa Special è sicuramente la leggerezza, che probabilmente  arrivadalle ruote in fibra di carbonio. Così la sensazione di scivolare "sul niente" èmeravigliosamente realistica e ti fa sentire la moto reattiva negli spostamenti e nei cambi di direzione con un carattere racing e al tempo stesso con grande innovazione e pregionell’aspetto estetico. Mai nome più azzeccato «Zero Gravity» ...assenza digravità.


Lesospensioni posteriori sono di Bitubo, la forcella anteriore da una Triumph Daytona 675; i freni invece di Béringer. I comandi sono di Motone e il resto degli accessori elettrici diMotogadget.
Possiamosicuramente affermare che questo modello ’classico’ di Triumph è statotrasformato dagli amici di Bad Winners in una moto  ad alte prestazioni (loro si azzardano a definirla ’da corsa’),perché creare una motocicletta pulita e semplice non è assolutamente un giocoda ragazzi soprattutto quando la sfida è proprio quella di migliorare la moto, ricercandone la geometria perfetta, e quell’equilibrio quasi irraggiungibile tra performancee stile.
Nellaversione che vi presentiamo è stato utilizzato un fantastico blu elettricosulle uniche due parti verniciabili, serbatoio e codino, che a nostro parere ledona qualcosa di davvero unico. Il resto della moto, compreso i leggerissimi cerchi, è totalblack, lunga e affusolata.
Pregevole lavoro del garage francese di Bagnolet,Parigi.  Bad Winners.


www.badwinners.com
photos: Martin Quatre Vingt


#SS




1
Super Special  è un blog e non risponde ad obblighi relativi ad una testata giornalistica, dunque non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Gli articoli sono di proprietà degli autori, tuttavia possono essere pubblicati e divulgati, a condizione che venga citata la fonte indicando il link di provenienza.
Le immagini e i video sono reperiti da internet (considerati quindi di pubblico dominio) e, ove possibile, è inserito il credito al legittimo proprietario.
Qualora lo stesso fosse contrario alla pubblicazione può segnalarlo all'indirizzo mail superspecialmag@gmail.com  e il contenuto sarà immediatamente rimosso.
Gli autori si riservano il diritto di rimuovere i commenti considerati offensivi, diffamatori o di natura pubblicitaria.

Copyright © 2016  Super Special  -   All rights reserved  -  Powered by SuperSpecial

Create a website