SOLOSS
SagomaCoverBlog10

facebook
twitter
instagram
Tasto DOWNFree
logoOff08VETTORIALE
24/01/2018, 20:37

#youngguns #triumph #trackmaster #masterpiece



TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS
TRIUMPH-TRACKMASTER-//-A-MASTERPIECE-SIGNED-YOUNG-GUNS


 ITA-ENG



Lo speed shop svizzero Young Guns sembra arrivato a questa edizione del Motor Bike Expo dopo un viaggio nel tempo. I preparatori di Rapperswil hanno invertito le lancette degli orologi con un progetto che parte da una base classica per ottenere una special moderna, rispettosa della tradizione, ma con soluzioni estetiche frizzanti. In sostanza, il contrario di come si è soliti fare: lavorare su mezzi moderni, donando le tipicità stilistiche delle classiche.


Per questa Triumph Trackmaster del 1971 c’è stato poco da inventare in fatto di forme, il contributo di Young Guns Speed Shop è un insieme di dettagli azzeccati e ricambistica di gran livello. Nik Heer, volto dell’officina elvetica, ci riferisce di aver scovato telaio e motore in Gran Bretagna, dove questa vecchia signora inglese un po’ acciaccata versava in stato di inutilizzo. Finita sotto ai ferri di Y.G. Speed Shop, la Trackmaster è stata vitaminizzata con un bel restauro globale, al quale si sono aggiunte svariate chicche meccaniche, come l’italianissima forcella Ceriani FJ e il generoso freno posteriore Brembo GP.


Mentre il carburatore Lectron USA, vecchio carb-dragster dell’epoca, alimenta ora questa Triumph 650 in pieno flat track style. È tutto nuovo, ma ha tutto un ricercato sapore ’70ies. I cerchi Takasago Rims in cromo, così pure le aerografie del serbatoio di serie, quasi "sgocciolate" con precisione, sono tutti in linea con gli anni ruggenti del "traverso sporco".


Un manubrio dalla giusta piega, con quell’unica leva sinistra, suggerirà al fortunato proprietario la direzione di guida: enjoy and flat.


Eng__


The Young Guns Swiss speed shop seems to have arrived at this edition of the Motor Bike Expo after a journey through time. The Rapperswil trainers have inverted the hands of the clocks with a project that starts from a classical base to obtain a modern special, respectful of tradition, but with sparkling aesthetic solutions. Basically, the opposite of what we usually do: work on modern means, giving the typical stylistic features of the classics.


For this Triumph Trackmaster of 1971 there was little to be invented in terms of shapes, the contribution of Young Guns Speed ​​Shop is a set of perfect details and spare parts of great quality. Nik Heer, the face of the Swiss workshop, tells us that he had unearthed the chassis and engine in Great Britain, where this old english lady, a little bit weary, was in a state of inactivity. Finished under the knife of Y.G. Speed ​​Shop, the Trackmaster was vitaminized with a nice overall restoration, to which were added several mechanical goodies, like the very Italian Ceriani FJ fork and the generous Brembo GP rear brake.

While the carburetor Lectron USA, the old carb-dragster of the time, now feeds this Triumph 650 in full flat track style. It’s all new, but has all a sought-after ’70ies flavor. The rims of the Takasago Rims in chrome, as well as the aerographs of the standard tank, almost "dripped" with precision, are all in line with the roaring years of the "dirty cross beam".


A handlebar with the right handle, with that single left lever, will suggest to the lucky owner the driving direction: enjoy and flat.


#SS

photo: Super Special at MBE



1
Super Special  è un blog e non risponde ad obblighi relativi ad una testata giornalistica, dunque non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Gli articoli sono di proprietà degli autori, tuttavia possono essere pubblicati e divulgati, a condizione che venga citata la fonte indicando il link di provenienza.
Le immagini e i video sono reperiti da internet (considerati quindi di pubblico dominio) e, ove possibile, è inserito il credito al legittimo proprietario.
Qualora lo stesso fosse contrario alla pubblicazione può segnalarlo all'indirizzo mail superspecialmag@gmail.com  e il contenuto sarà immediatamente rimosso.
Gli autori si riservano il diritto di rimuovere i commenti considerati offensivi, diffamatori o di natura pubblicitaria.

Copyright © 2016  Super Special  -   All rights reserved  -  Powered by SuperSpecial

Create a website