SOLOSS
SagomaCoverBlog10

facebook
twitter
instagram
Tasto DOWNFree
logoOff08VETTORIALE
24/03/2016, 12:56

#Lordofthebikes #sky #guzzi #v7



LORD-OF-THE-BIKES-//-PUNTATA-UNO


 RECENSIONE SCORRETTA



Finalmente è iniziato il programma che tutti i motociclisti stavano aspettando. O perlomeno, nel quale speravano di vedere qualcosa di "nuovo"..   Forse Sky aveva solo bisogno di qualcosa che bilanciasse il nuovo Top Gear Italia ? Lord of the Bikes: Per gran parte del tempo è stato così. Ben fatto, ben girato, ritmi abbastanza buoni.  La moto di partenza offerta da mamma-guzzi (il V7) non è un capolavoro, ma un’onesta motoretta.  Di certo, tutti i partecipanti della puntata n.1 hanno tirato fuori il massimo in base alle proprie capacità e al proprio stile.  Qui di seguito la nostra "opinione" a caldo:  I nomi ci sono, sia tra i preparatori che tra i giurati (inutile ripeterli tutti, andateveli a cercare !) Alcuni, tra i nomi che mancano e che vengono richiesti sul web...hanno declinato l’offerta, ci fanno sapere i ben informati..  Il format: 10 officine, 5 sfide a Mandello del Lario, chi vince la sfida decide chi sfidare su un tema  scelto dai giudici.  Con un montaggio tecnicamente valido ma dal ritmo un po’ (molto) incasinato, si arriva alla prima sfida:  Officine 08 Vs. Imbarcadero14.  


Il tema trattato (la moto avventurosa da esplorazione) viene  affrontato in due modi totalmente differenti. Molto più tecnica Officine08 e molto più filosofica Imbarcadero14. Questo porta a un secondo scontro, tra due scuole di pensiero: meglio una moto meno bella (secondo molti, a me piaceva, esempio) di Officine08, ma molto attinente col tema o a una più "stylosa" ma meno avventurosa di Imbarcadero14 ? (d’altro canto chi farebbe un raid nel deserto con un V7 !?!?)  Come detto prima, sono gusti. I giudici premiano l’attinenza al tema e passa Officine 08. Effettivamente, proprio a voler essere cattivi, con borsette in pelle laterali, gomme stradali, faretto sul parafango che al primo dosso potrebbe dare problemi.... non spingeva molto ad "avventurarsi" :)  Peccato, perché il livello tecnico c’era e non poco.


Ciò che è indiscutibile è il solito standard altissimo in rifiniture (bellissimi gli scarichi) e pellami di Imbarcadero.  Forse osare qualcosa in più avrebbe pagato maggiormente ? Anche come "impatto TV".  I ragazzi di Officine08 fanno una moto molto grezza, forse troppo. Un po’ sgraziata ma abbastanza cattiva. A nostro parere un po’ troppo strana nelle linee, ma nonostante lo scarico puntato al cielo e che passa sotto la coscia sembra che comunque inviti ad abbandonare la strada per sporcarsi sullo sterrato (la pala come sottocoppa è geniale). Resta che a noi di SS non ci trasmette comunque il "gusto dell’esplorazione".. Anzi. Noi stessi in redazione abbiamo avuto giudizi discordanti, quindi probabilmente nessuno dei due ha demeritato. Bene così.
Per chiudere, il meglio -e- il peggio della prima puntata:nn nnIl meglio: L’idea. Un programma di moto, italiano, ci voleva.nnIl peggio: meno parlato e più martellato. Le moto alla fine sono stateninquadrate poco, poche fasi vere di lavorazione. Abbiamo idea che sia stata un po’ncolpa dei tempi di registrazione. Speriamo in meglio.nnAlla prossima, noi cercheremo di essere ancora più scorretti.
#SS



1
Super Special  è un blog e non risponde ad obblighi relativi ad una testata giornalistica, dunque non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Gli articoli sono di proprietà degli autori, tuttavia possono essere pubblicati e divulgati, a condizione che venga citata la fonte indicando il link di provenienza.
Le immagini e i video sono reperiti da internet (considerati quindi di pubblico dominio) e, ove possibile, è inserito il credito al legittimo proprietario.
Qualora lo stesso fosse contrario alla pubblicazione può segnalarlo all'indirizzo mail superspecialmag@gmail.com  e il contenuto sarà immediatamente rimosso.
Gli autori si riservano il diritto di rimuovere i commenti considerati offensivi, diffamatori o di natura pubblicitaria.

Copyright © 2016  Super Special  -   All rights reserved  -  Powered by SuperSpecial

Create a website