solo Instagram png x web
solo twitter png per web
solo facebook png x web
300x600en300x600it
300x600en300x600it
SagomaCoverBlog09

shot: Sabine Falk    glemseck101  2016

08/01/2018, 21:35

#officinesbrannetti #caterpillar #superspecial #bmw #laspezia



OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD
OFFICINE-SBRANNETTI-//-CATERPILLAR-//-MALEDETTAMENTE-CATTIVA-//-VERY-BADLY-BAD


 ITA-ENG



A La Spezia c’è il covo di quattro amici, una ’band’ che da un po’ di anni è conosciuta col nome di Officine Sbrannetti e questa è la storia della loro ultima fatica che, naturalmente, non è un film nè un libro ma una motocicletta arrivata in officina un pò malandata. Che fai ti scoraggi ? Macchè !  Anni fa, di ritorno dai Garmish Days, ci si chiedeva come inventarsi una moto che somigliasse ad un bestione da lavoro, senza macchia e senza paura..Una sfida far coincidere le idee della band con le esigenze di chi possiede la moto, una Bmw GS1100, base complessa ma già passata dal garage ligure altre quattro volte; così si parte dal serbatoio !

L’originale ha forme troppo dolci e arrotondate per le malsane idee da realizzare e per questo si pensa subito ad un vecchio serbatoio enduro Yamaha opportunamente modificato e adattato al telaio, con pompa della benzina alloggiata all’interno, e via con le follie ! Al telaio è stata eseguito un ’taglio’ sul posteriore, senza esagerare perché la moto resti una biposto.


I maestri di Zard si sono occupati dell’impianto di scarico realizzato ad hoc per la Caterpillar #032 in acciaio due in uno con un design e un sound davvero pazzesco.La vista frontale di questa special fa paura come un escavatore-caterpillar, con nuovi fari a luce mista led-lampadina montati in posizione laterale e ancorati al nuovo paramotore modificato e personalizzato appositamente per poterli ospitare. Il supporto del radiatore di una Guzzi Griso è stato riciclato e rimaneggiato per realizzare la speciale calandra anteriore, tagliato e modificato per essere montato su uno speciale telaietto artigianale.


La verniciatura con effetto "goffrato" realizzata proprio sul telaietto e stata ripetuta anche sui coperchi valvole e sulla parte posteriore del telaio; l’effetto ancora più ricercato ed agressivo è assicurato. Per poter applicare il marchio di fabbrica di Officine Sbrannetti su entrambi i lati sono stati realizzati dei supporti dedicati ancorati al serbatoio utilizzando i vecchi attacchi per la carena enduro Yamaha. Detto fatto: il risultato estetico conferisce alla moto un aspetto ancora più rude.E’ fantastica anche da guidare !

Il manubrio sostituito con un Domino a sezione variabile, ospita i nuovi blocchetti elettrici ed è stato montato su nuovi Risers, naturalmente ricavati dal pieno e con tanto di spie installate all’interno. Ci piace molto lo strumento tachimetro Daytona che la band ha agganciato direttamente al serbatoio tramite una saldatura su un supporto dedicato. Nonostante l’idea e il progetto iniziale parte per una "moto da lavoro" sul serbatoio viene installata la tradizionale cinghia in cuoio di OS che solitamente viene incisa al Laser: questa volta invece avrà una piastrina di riconoscimento con l’incisione delle caratteristiche e dei dati principali della motocicletta.


Per chiudere, la Caterpillar non camminerà su ’cingoli’ ma su dei cattivissimi pneumatici Continental TCK80 che conferiscono alla moto proprio quel particolare stile immaginato dalla band quel giorno: un mezzo a due ruote che possa accedere a qualsiasi tipo di territorio, come un caterpillar, senza temere nulla ! 


Eng__


In La Spezia (Liguria, Italy) there’s the cave of four friends, a ’band’ known for some years as Officine Sbrannetti and this is the story of their last effort which, naturally, it’s not a movie or a book but a motorcycle arrived in the workshop a little shabby. What do you discourage? No! Years ago, back from the Garmish Days, we wondered how to invent a motorcycle that resembled a work beast, without stain and without fear .. A challenge to match the ideas of the band with the needs of those who own the bike, a Bmw GS1100, complex base but already passed from the Ligurian garage four more times; so we start from the tank!


The original has shapes too sweet and rounded for the unhealthy ideas to be realized and for this you immediately think of an old enduro tank Yamaha appropriately modified and adapted to the frame, with fuel pump housed inside, and away with follies! A ’cut’ on the rear has been made to the frame, without exaggerating because the bike remains a two-seater.


The Masters of Zard took care of the exhaust system made specifically for the Caterpillar #032 two-in-one steel with a design and a really crazy sound. The front view of this special scary like a caterpillar-excavator, with new headlights with mixed light led-bulb mounted in a side position and anchored to the new paramotor modified and customized specifically to accommodate them. The radiator support of a Guzzi Griso has been recycled and reworked to create the special front grille, cut and modified to be mounted on a special hand-made loom. The painting with "embossed" effect made right on the frame was also repeated on the valve covers and on the rear part of the frame; the effect is even more sought after and aggressive. 
In order to apply the Officine Sbrannetti trademark on both sides, dedicated supports anchored to the tank have been made using the old Yamaha enduro hull connections. Said fact: the aesthetic result gives the bike an even more rude appearance. It is also fantastic to drive! The handlebar replaced with a variable section Domino, houses the new electric blocks and has been mounted on new risers, naturally made from solid and complete with lights installed inside.


We really like the Daytona speedometer instrument that the band has hooked directly to the tank through a soldering on a dedicated support. Despite the idea and the initial design part for a "work bike" on the tank is installed the traditional leather strap of OS that usually is laser engraved: this time instead will have a recognition plate with the engraving of the characteristics and main motorcycle data.


To close, the Caterpillar will not walk on ’tracks’ but on the very bad Continental TCK80 tires that give the bike just that particular style imagined by the band that day: a two-wheeled vehicle that can access any type of territory, like a caterpillar, without fearing anything!


#SS




1
Super Special  è un blog e non risponde ad obblighi relativi ad una testata giornalistica, dunque non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07/03/2001. Gli articoli sono di proprietà degli autori, tuttavia possono essere pubblicati e divulgati, a condizione che venga citata la fonte indicando il link di provenienza. Le immagini e i video sono reperiti da internet (considerati quindi di pubblico dominio) e, ove possibile, è inserito il credito al legittimo proprietario. Qualora lo stesso fosse contrario alla pubblicazione può segnalarlo all'indirizzo mail superspecialmag@gmail.com  e il contenuto sarà immediatamente rimosso. Gli autori si riservano il diritto di rimuovere i commenti considerati offensivi, diffamatori o di natura pubblicitaria.

copyright © 2016  Super Special  -  blog design: Desmocronici  -  all rights reserved  -  Powered by SuperSpecial

Create a website